Contatti

yogaspirituale@gmail.com / cell: +39 335 5620490 anche

  • whatsapp

lascia un messaggio

IL CAMMINO DELLO YOGA SPIRITUALE

COME SI SVOLGE IL CORSO?

 

Ma Shivā Mayi divulga gli insegnamenti dello Yoga originale dell’India tramite uno specifico corso, Il Cammino dello Yoga Spirituale, articolato in quattro livelli di dieci o dodici seminari. Nei primi due livelli Ma Shivā Mayi espone i vari temi con proiezioni Power Point. La partecipazione attiva dei presenti è sempre indispensabile (satsang).

Avviati sul cammino dello Yoga, impareremo a risolvere l’apparente incompatibilità fra la vita quotidiana e la perfezione spirituale, vivendo in VERITÀ, SEMPLICITÀ e AMORE.

In tutti e quattro i livelli la parte teorica sarà accompagnata da insegnamenti pratici e da tecniche specifiche che concretizzano i concetti filosofici appresi. Gli insegnamenti dello Yoga saranno illustrati con le parole dei grandi Maestri della tradizione indovedica, con testi e racconti antichi e con aneddoti e esperienze di vita di Ma Shivā Mayi come testimonianze delle verità dello Yoga Spirituale.

Livello I

YOGA:  L’ARTE DELL’UNIONE

 

In questo primo livello impareremo il vero significato della parola Yoga e le basi dei suoi principali insegnamenti. Vedremo inoltre come affrontare temi fondamentali della vita umana secondo gli insegnamenti dello Yoga originale.

Attraverso la pratica dello Yoga Spirituale, l’allievo impara a vivere totalmente immerso nella dimensione concreta quotidiana senza perdere il contatto con la Realtà spirituale.

 

  1. Yoga e Pratica

  2. Yoga e Sofferenza

  3. Yoga e Vita Quotidiana

  4. Tutto è Perfetto

  5. Yoga  e Paura dell’Anima

  6. Yoga, Karma e Rincarnazione

  7. Yoga e Dharma

  8. Yoga e Felicità

  9. Yoga e Natura

  10. Lo Yoga e la Grande Madre

Livello III

LO YOGA DELLA BHAGAVAD GITA

 

La Gita rappresenta il primo testo al mondo che tratta dettagliatamente dello Yoga Spirituale e ci insegna che l’essere umano è costituito dal corpo, dalla mente-psiche (conscio ed inconscio) e dall’anima. Questo libro sacro ci dà gli strumenti per realizzare l’identità tra l’anima e lo Spirito Universale, fra cui il principale è la capacità di arrendersi al Tutto.

Attraverso lo studio di questo amato testo della tradizione indovedica comprenderemo che la via che ci è stata messa a disposizione per l’evoluzione spirituale dell’anima è proprio la vita in questo mondo materiale.

  1. Introduzione. Cosmogonia Indovedica. Il dolore dell’ Uomo, cap. I

   2. L’Uomo è un essere spirituale immortale,

       cap. II; Karma Yoga, cap. III

   3. Jñana Yoga, cap. IV; ; lo Yoga della rinuncia

       ai frutti dell’azione, cap. V

   4. Meditazione, cap. VI

   5. Il Sé è tutto, cap. VII; abbandona la mente

       al Sé, cap. VIII

   6. Offri le azioni al Sé, cap. IX

   7. Il Sé è nel cuore di ogni creatura, cap. X; l’io        è strumento del Sé, cap. XI

   8. Bhakti Yoga, cap.  XII

   9. Il Sé è l’Uno, cap. XIII; Sattva, Rajas  e Tamas,

       cap. XIV

 10. Gli yogi vedono il Sé, cap. XV 

 11. Conoscere le Scritture, cap. XVI; Om tat sat:        Quello è la verità, cap. XVII

 12. Abbandona il senso di io e mio; cap. XVIII

Livello II

LA SCIENZA DELLO YOGA

 

Il secondo livello porterà gli allievi ad una più profonda comprensione dello Yoga attraverso la descrizione della struttura del macro e del microcosmo proposti dai veggenti yogi dell’antichità, che in molti punti è analoga a quella della fisica moderna e delle neuroscienze. 

Yoga e scienza attuale concordano nel sostenere che il corpo e la mente sono espressioni di un campo energetico unificato che in essenza è Coscienza. Verranno inoltre insegnate le tecniche yogiche principali della tradizione indovedica la cui corretta pratica porta all’auto-osservazione e alla purificazione dell’ego, che viene così acquietato, e alla possibilità di sperimentare una maggiore luminosità e chiarezza della mente: la luce della buddhi. Per buddhi si intende l’intelligenza spirituale, ossia quel sentire  intuitivo che è capace di discriminare fra Reale e non-Reale, fra il Sé più elevato e il sé inferiore legato alla dimensione mentale dell’individuo.

 

  1. Yoga e Coscienza

  2. Yoga, Pensiero  e Volontà I

  3. Yoga, Pensiero e Volontà II

  4. Yoga e Emozioni I

  5. Yoga e Emozioni II

  6. Yoga e Abbandono

  7. Yoga e Morte

  8. Karma Yoga

  9. Jñana Yoga

  10. Bhakti Yoga

  11. Dhyana Yoga

  12. Mantra Yoga

Livello IV

LO YOGA SUTRA DI PATAÑJALI

 

Attraverso il quarto ed ultimo livello approfondiremo lo Yoga quale scienza della realizzazione del Sé.  Analizzeremo il testo in cui Patañjali ha codificato il Raja Yoga in otto passi fondamentali (Ashtanga Yoga) che portano lo yogi al Savitarka Samadhi, dimensione in cui lo yogi è concentrato sull’Uno mantenendo la coscienza individuale. Per completare la conoscenza dello Yoga, lo studio di questo testo è di fondamentale importanza. 

Impareremo gli antichi metodi yogici di purificazione della mente adoperando le prescrizioni che nello Yoga vengono chiamate yama e niyama e di controllo dell’energia vitale attraverso le pratiche di pranayama. Apprenderemo inoltre tecniche di ritiro dell’attenzione e di concentrazione.

 

  1. Samadhi Pada. Le modificazioni della mente;   la pratica, cap. I – XVIII

  2. Il Samadhi, cap. XVIII – XXVI

  3. Il mantra Om; la meditazione, cap. XXVII – XL

  4. Savitarka Samadhi; Nirvichara Samadhi;

       Sabija Samadhi, Nirbija Samadhi, 

       cap. XLI – LI

   5. Sadhana Pada: La causa del dolore,

       cap. I – XXVIII 

   6. Ashtanga Yoga, cap. XXIX – XLV 

   7. Pranayama, cap. XLVI – LV

   8. Vibhuti Pada:  Samyama, cap. I – LVI

   9. Kaivalya Pada: La mente e la conoscenza,

       cap. I – XX

  10. La completa liberazione, cap. XXI – XXXIV

DISPENSE

Ho seguito i primi due livelli del corso di Yoga Spirituale tenuti da Ma Shivā Mayi: L’Arte dell’Unione e La Scienza dello Yoga. Ogni incontro è un piccolo pezzo di mente che si apre al cuore. Come un puzzle che pian piano si compone mostrando un’immagine unitaria, tante intuizioni e informazioni hanno preso forma in maniera organica, appassionante e completa. 

Ma Shivā è un pozzo di sapienza e di esperienza, capace di placare la mente e conquistare il cuore con la sua energia altissima, facendo di questo corso un’occasione unica per entrare in contatto con se stessi attraverso l’antichissima scienza dello Yoga, passando per i Veda e arrivando alle modernissime neuroscienze.   La sua grande saggezza unita alla dialettica e all’ironia rendono i seminari piacevolissimi, anche laddove si parli di temi complessi.

Le conoscenze trasmesse a voce sono completate dalle dispense, una per ogni seminario, che mi hanno permesso nei mesi successivi di andare a riprendere i vari concetti laddove ne avessi necessità. Sono infinitamente grata che la vita mi abbia dato quest’occasione unica, ascoltare per voce diretta di chi ha sperimentato l’Amore divino un vero e proprio compendio della sapienza millenaria dello Yoga, unendo pezzi che spesso avevo faticato a mettere insieme, nonostante i tanti testi letti e i corsi fatti in precedenza. Soprattutto, i seminari mi hanno permesso di capire a fondo che la Realtà Spirituale non è e non deve essere relegata a specifici momenti della vita, ma che è tutta intorno a noi, sempre viva e pronta ad accoglierci se sappiamo aprire gli occhi e il cuore. E non mi riferisco ad una realtà astratta o filosofica, ma davvero a tutto ciò che ci circonda e ciò che siamo, fuori e dentro. Si impara, sia a livello teorico e scientifico che assolutamente concreto e pragmatico, a sperimentare quella connessione con l’Uno di cui tanto si parla ma che poi a fatica si riesce a mettere in pratica nella nostra quotidianità. Qui la si sente. La si comincia a realizzare nel profondo per poi sperimentarla nel cammino della vita.

Consiglio quindi a chiunque si trovi sul percorso di ricerca spirituale di prendere informazioni sulle prossime sessioni aperte del corso, indipendentemente dall’orientamento o dalla pratica che si stiano già seguendo. Sarà una scoperta continua, un arricchimento per la vita intera, un seme gettato che darà frutti preziosi, un capovolgimento della visione di noi stessi e degli altri. Non perdete tempo!

HANUMANI

Livorno, novembre 2017

1 / 8

Please reload